La compagnia dell'instabile nasce dallo sforzo congiunto di alcuni giovani attori che attraverso un percorso simile e una condivisa passione per la recitazione si sono incontrati, scoprendo di condividere la stessa visione del teatro, ovvero quella di uno strumento non solo fine a se stesso, ma di un mezzo con la capacità, e il dovere, di comunicare un messaggio. Anche per questo motivo il teatro che facciamo è impostato non in modo da mettere in risalto solo il singolo attore, ma in modo tale che sia il testo rappresentato ad essere il vero protagonista.

Ciò nonostante la nostra compagnia non si dedica al solo teatro sociale, ma spazia tra i diversi generi, forte della convinzione che un messaggio possa essere veicolato dalla tragedia tanto quanto dalla commedia e che il fatto di divertire o far sorridere non escluda la possibilità di comunicare un messaggio importante in maniera altrettanto incisiva. La scelta dei nostri spettacoli è quindi sempre basata su ciò che vogliamo comunicare, oltre che sulla bellezza del testo in sé.

Essendo la comunicazione uno dei pilastri portanti della nostra idea di teatro, ci prefiggiamo l'obbiettivo di far sì che nostro il teatro parli una lingua "per tutti", che non sia quindi un teatro elitario, come spesso accade, ma che possa essere compreso da chiunque lo veda, senza alcuna "preparazione al teatro". Speriamo inoltre che questo approccio possa avvicinare sempre più persone al teatro e che rinnovi una cultura teatrale in parte assopita con il passare del tempo.

Il far vivere questa compagnia è per noi un'esperienza che senza dubbio alcuno ci farà crescere in primo luogo come persone, oltre che arricchirci di professionalità e competenze che solo una sfida come questa può darci.